Premio Artistico Letterario San Francesco

Storia, modalità e titoli

 

Il Premio Artistico Letterario San Francesco nasce nel 2002 ad Albano Laziale con la scuola media statale Luigi Negrelli, già l’anno successivo vede inserirsi l’Istituto comprensivo Cecchina e l’Istituto comprensivo Pavona, nel 2007 nasce una sorta di  gemellaggio culturale con la scuola Frate Francesco dell’Ist. Comprensivo Assisi Uno di Assisi, e nel 2010 vede l’ingresso dell’Ist. Leonardo Murialdo di Albano.

Il concorso è patrocinato dal Comune di Albano Laziale, dalla Provincia di Roma, dalla Regione Lazio, dal Ministero della Pubblica Istruzione e dal Ministero dei Beni Culturali, nel 2011 per il decennale del concorso abbiamo ricevuto  una lettera di saluto del Presidente della Repubblica.

Il premio Artistico e Letterario San Francesco si suddivide in tre sezioni: grafica, poesia e saggistica ed è riservato ai ragazzi nella fascia di età compresa dagli 10 ai 14 anni, la più volubile e la più drammaticamente sottoposta a devianze adolescenziali. Il premio ha come principale offerta educativa i rassicuranti, attuali e moderni incontri spirituali con la parola di San Francesco d’Assisi. Infatti sono programmate una serie di conferenze propedeutiche allo svolgimento del tema scelto di anno in anno.  

          Gli alunni delle classi prime e seconde partecipano alle sezioni di grafica e/o poesia sulla figura di San Francesco. Ai primi tre classificati per ogni sezione di ogni complesso scolastico, viene rilasciata una coppa o targa dell’avvenimento.

          Invece gli alunni delle terze classi, dopo un ciclo di conferenze, svolgono un tema. Il titolo del tema viene scelto dal direttivo dell’associazione tra quelli proposti dalle scuole, le buste sigillate vengono aperte ed il titolo letto e dettato ai ragazzi solo il giorno stabilito per la sezione saggistica. Ai primi dieci alunni classificati vengono consegnati premi in denaro, per l’acquisto dei libri di testo utili a frequentare la classe prima della scuola media superiore. A tutti gli studenti, viene rilasciato un attestato di partecipazione.

Tutti i lavori sono contrassegnati da uno pseudonimo, mentre i dati anagrafici, classe e scuola vengono inseriti in busta chiusa che accompagna il componimento.

La commissione che giudica i lavori di grafica, poesia e saggistica è composta da due insegnanti per ogni complesso scolastico e da membri esterni.

La cerimonia di premiazione ha luogo ad Ottobre alla presenza delle Autorità Politiche, Religiose, Scolastiche e del mondo della Cultura.

Negli anni questi i titoli dei temi che i ragazzi hanno affrontato:


·       2002

Esponi le ragioni per cui la figura di San Francesco d’Assisi, uomo di pace, amore, solidarietà e dialogo, coinvolge da sempre persone di ogni fede.

·       2003

Confronta la figura di San Francesco con i più significativi costruttori di pace del XX secolo. Quali le ragioni per cui, ancora oggi, tale messaggio non viene accolto?

·       2004

Nel “Cantico delle creature” San Francesco celebra la grandezza e la bontà di Dio attraverso l’esaltazione della natura e degli uomini che sanno sopportare le sventure, perdonare le offese e vivere in pace.

 

·       2005

San Francesco ha posto come principi fondamentali della sua vita la pace e la fratellanza il sui messaggio merita di essere riaffermato per costruire un fattivo e sereno dialogo tra i popoli.

 

·       2006

Sempre i figli hanno sentito il bisogno di affermare la propria personalità davanti ai genitori. Per San Francesco tale rivendicazione è stata particolarmente radicale, tanto sa rinunciare pubblicamente e definitivamente a quanto ricevuto dalla famiglia. Secondo te in che modo genitori e figli possono evitare tale distacco e perseguire obbiettivi comuni, quali l’impegno nel sociale e il rispetto per tutto ciò che ci circonda affinchè si possa realizzare un mondo migliore

·       2007

Il lupo di Gubbio oggi potrebbe essere il bullo che tende a spadroneggiare su chi non si può difendere e a trasformare in vittima un suo coetaneo. Prova ad immaginare San Francesco d’Assisi alle prese con aggressività giovanili in una società in cui c’è poca attenzione per la dignità umana. Cosa avrebbe fatto, quali atteggiamenti avrebbe assunto per conquistare il lupo della modernità al rispetto dell’altro?

·       2008

Nella società odierna scegliere di “essere povero” appare uno scandalo, una derisione: oggi si afferma l’idea che la persona si realizzi pienamente nella vita solo attraverso la ricchezza, il possesso, il successo, il desiderio di apparire e di essere protagonista a tutti i costi. Al contrario San Francesco dimostra che la povertà non indica debolezza o fragilità, ma è il segno di chi sa raggiungere le proprie mete con coraggio, impegno e determinazione.

·       2009

Crollano le banche , tremano le borse, le certezze muoiono: si respira un clima di sfiducia e di preoccupazione per la recessione mondiale. San Francesco potrebbe aiutarci a superare le paure di oggi: la sua vita offre uno stimolo non a rigettare l’economia, ma a viverla in un orizzonte di “uso sensato” e non di sperpero, nella logica del bene comune, che richiede non una semplice enunciazione di intenzioni, ma un’organizzazione che lo sostenga e lo renda concretamente possibile.

·       2010

"Cosa vuol dire porre un paese, una città  o una nazione sotto la protezione di un patrono?  Come ci riconosciamo nella figura di San Francesco, proclamato coraggiosamente patrono d’Italia il 18 giugno 1939?

·       2011

Il Cantico delle creature evidenzia lo stupore e la meraviglia di San Francesco nel momento in cui si trova a contemplare la natura. Capita anche a te, in un mondo come quello di oggi, caratterizzato dalla tecnologia, e dai rapporti virtuali, di incantarti di fronte al “semplice” spettacolo della natura?

·       2012

San Francesco d’Assisi alla vista del lebbroso provò all’inizio ribrezzo , ma poi ricordò gli insegnamenti di Cristo e corse a baciare il lebbroso. Rifletti sulla scelta di Francesco che da quella esperienza ha imparato a considerare ogni uomo fratello e scrivi in che modo, secondo te, i giovani d’oggi possono aprirsi a chi è considerato un diverso.

    .  2013

In corso.....

 



 
 
  Site Map